Manifesto | Odbor za pravično in solidarno družbo
PROTIFAŠISTIČNI MANIFEST, USTAVIMO PRODAJO MERCATORJA➧

Manifesto

Il Comitato per una società equa e solidale

 

  1. Il “Comitato per una società equa e solidale” è un’associazione informale della società civile, formata da cittadini e cittadine preoccupate. L’attività del Comitato fa parte di un movimento popolare più ampio, nel quale ci siamo riuniti come individui con l’obiettivo di contribuire al rinnovamento della società e della politica, in un periodo caratterizzato da una generale rivolta popolare contro gli abusi delle élite politiche che hanno provocato la distruzione dello stato sociale, una diminuzione della solidarietà sociale e la riduzione del livello di democrazia.
  2. Il Comitato intende contribuire al consolidamento del movimento per poter formulare, sulla base di diverse richieste e obiettivi, una serie di punti di vista e valori fondamentali, che uniscano tutti i membri del movimento. Pertanto, il Comitato intende seguire i processi sociali di attualità partecipando ad essi e promuovere con le proprie possibilità lo sviluppo sociale.
  3. La protesta dei cittadini viene intesa come una richiesta per un’alternativa alla politica dell’attuale governo, la quale si riflette in una imitazione passiva del modello del capitalismo neoliberale, insieme ad una governance autoritaria che cede ai diktat degli stati più potenti, attuando il trasferimento delle risorse pubbliche a discapito di uno standard comune della società (nell’istruzione, nella sanità, nella politiche sociali, nella cultura e nella salvaguardia dell’ambiente), portando alla disuguaglianza sociale crescente, alla riduzione dell’autonomia delle istituzioni pubbliche, alla privatizzazione dell’istruzione e della sanità, con il controllo dell’economia, dei mezzi di comunicazione e della cultura, con l’introduzione di un’istruzione ideologizzata e con il malfunzionamento dello stato di diritto.
  4. Le nostre richieste riguardano la realizzazione di un’omologazione sociale fondamentale, rappresentata dalla triplice divisione delle autorità democratiche, l’adempimento dello stato sociale, equo e di diritto, l’autonomia della res pubblica in tutti i settori della società, l’uguaglianza davanti alla legge e inoltre il rispetto e le garanzie dei diritti umani e delle libertà civili e politiche.
  5. Crediamo che il capitalismo di oggi non può e non deve rappresentare il modello definitivo per le relazioni economiche e sociali, poiché viola valori fondamentali, come l’uguaglianza, la solidarietà e la sostenibilità ambientale, inoltre cerca di mantenere una democrazia virtuale, alimentata dal consumismo come una nuova forma di mancanza di libertà. Vogliamo promuovere un sistema sociale etico che comprenda una ripartizione equa del plusvalore, la democratizzazione del processo decisionale (l’autogestione dei lavoratori), che preferisca la cooperazione alla competitività, la solidarietà locale e globale, uno sviluppo sostenibile che si occupi in modo equilibrato dello sviluppo sociale, ambientale ed economico, per frenare l’avidità grazie ad un sistema fiscale appropriato e con altre regole, per il diritto ad un salario minimo legale, per un lavoro che si basi sui diritti dell’uomo per raggiungere un tenore di vita accettabile da poter garantire condizioni di vita decenti e il mantenimento della salute.
  6. Abbiamo una chiara idea circa il ruolo della Slovenia nella comunità internazionale. Vogliamo promuovere una cooperazione globale, nella quale lo scambio economico si sovrapponga con la democrazia, il rispetto dei diritti umani, la protezione dell’ambiente e la solidarietà senza frontiere. La Slovenia può, indipendentemente dalle sue dimensioni ridotte, seguire le proprie priorità di sviluppo e allo stesso modo giocare un ruolo prominente nel risvegliare il senso di responsabilità per un’immagine più etica dei processi economici e sociali del mondo. La società dovrebbe diventare multiculturale, avanzata e tollerante, sviluppandosi nella dimensione regionale e globale, partecipando al contempo agli sforzi internazionali a beneficio di tutti.